foto
News

Pane dal mondo: i “taralli” di Cracovia.

Il pane di oggi ci porta in una splendida nazione dell’est Europa: la Polonia. Se avete in programma un viaggio in una delle sue città più famose, non potete perdervi l’assaggio dell’ obwarzanek di Cracovia.

Obwarzanek_(cropped)

La ricetta è semplicissima, e molto simile ai nostri taralli sugna e pepe: due strisce di pasta di pane, intrecciate e chiuse in un anello. L’impasto viene arricchito di strutto, burro o melassa, per fornire calorie ed elasticità all’impasto. Dopo una breve lievitazione le ciambelle di circa 12 cm di diametro, vengono bollite per qualche minuto, cosparse di sale e guarnite con semi di papavero, di sesamo o di zucca, di solito solo su una metà della ciambella. Circa 15 minuti in forno per dorare la parte esterna e renderla friabile e profumata: l’obwarzanek è pronto per essere venduto nelle caratteristiche bancarelle blu sparse in tutta la città.

venditrice

 

 

 

 

 

 

 

Le prime notizie di questa semplice ricetta risalgono addirittura al 1394 ma certamente la loro ideazione è precedente: la sua fama l’ha vista oggetto di copie e rifacimenti, tanto che i più li paragonano ai più famosi Bagel. La diatriba sulla paternità della ricetta ha spinto i produttori di obwerzanek di Cracovia a richiedere la certificazione IGP con un disciplinare molto rigido che regola addirittura la scelta delle materie prime e i tempi esatti di cottura.

Come i taralli sugna e pepe, per comodità gli obwarzanki vengono spesso inanellati e trattenuti con un cordino così da essere trasportati più facilmente.

obwarzanek

Polacchi e turisti le gustano principalmente al mattino presto o come snack tra la colazione e il pranzo.

E voi? li avete mai assaggiati? Fatecelo sapere commentando sui nostri social!

Related Posts